Vantaggi

 

I vantaggi del sistema di automazione Domotica

La domotica con protocollo Konnex (KNX) permette di controllare, tramite pulsantiere o vari tipi di dispositivi Touch Screen, illuminazione, tapparelle, tende, oscuranti, temperatura, irrigazione, ecc. oltre a consentire la gestione in maniera autonoma dei carichi elettrici di casa, definendone le priorità e i tempi di intervento.

Adattabile ad ogni tipo di abitazione, la domotica KNX grazie alla creazione di scenari e la possibilità di replicarli su dispositivi a muro, rende la gestione della domotica estremamente flessibile e alla portata di tutti, per semplicità e facilità di utilizzo.

Grande flessibilità. Dato che il funzionamento di ogni singolo dispositivo è determinato dalla configurazione del dispositivo e non dal cablaggio, è possibile modificare facilmente la configurazione del sistema sia in corso d’opera sia a installazione finita.

Multifunzionalità. Ogni dispositivo può svolgere più funzioni contemporaneamente, portando ad un risparmio sul numero di apparecchi necessari. Si possono implementare facilmente nuove funzionalità, senza necessità di cambiare dispositivi o rifare il cablaggio, anche a sistema ultimato.

Il cablaggio è più semplice. I cavi di energia sono limitati al collegamento degli attuatori e delle prese di energia, il resto dei collegamenti può essere effettuato con cavi SELV. La riduzione della concentrazione di cablaggio riduce il carico infiammabile, con un miglioramento della sicurezza e una semplificazione delle misure antincendio.

Installazione.  È adatto sia a costruzioni nuove sia a costruzioni d’epoca. In queste ultime, dato che i collegamenti dei comandi avvengono con cavetto bifilare o in radiofrequenza, è possibile continuare a sfruttare tubi e canalizzazioni già esistenti anche per nuovi cablaggi, grazie al recupero di spazi così ottenuto.

L’installazione di un sistema d’automazione non comporta necessariamente la completa eliminazione degli impianti esistenti, che possono invece essere integrati nel nuovo sistema attraverso le opportune interfacce.

La scissione fra dispositivo di comando e dispositivo d’attuazione permette di posizionare i primi anche in zone non consentite con l’impiantistica tradizionale.

Si contengono i costi delle varianti in corso d’opera, sia nelle nuove costruzioni sia nelle ristrutturazioni, dato che con un sistema d’automazione una ridefinizione del funzionamento dei suoi sottosistemi non comporta necessariamente il rifacimento del lavoro già eseguito.

Si riducono i costi d’esercizio. Due i motivi: l’integrazione consente che ogni sottosistema possa sfruttare informazioni provenienti dagli altri sottosistemi per regolarsi (ad esempio spegnendo le luci di un ambiente quando è inserito l’allarme antintrusione per quell’ambiente) e la facile configurabilità che permette di modificare il funzionamento del sistema seguendo l’evoluzione delle esigenze del cliente a costi limitati (ad esempio spostando tutte le segnalazioni di sicurezza per una persona anziana o con handicap da una stanza all’altra). 

cookie policy